Europ   

“The European Commission support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents which reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.”

“Ce projet a été financé avec le soutien de la Commission européenne. Cette publication (communication) n’engage que son auteur et la Commission n’est pas responsable de l’usage qui pourrait être fait des informations qui y sont contenues.”

 

Resume Italie

Le développement des compétences à travers un travail axé sur les projets

Six écoles d´enseignement maternelle et primaire (Espagne, Italie, Bulgarie, Lituanie, Portugal et France) participeront à ce projet selon l'expérience de chacune afin d’apporter de nouvelles méthodologies et de mettre en œuvre une pédagogie de projets visant à optimiser les compétences des élèves

 

Sei Istituti scolastici  europei lavoreranno insieme per apprendere nuove metodologie, rendere più efficace lo sviluppo delle competenze e per attuare la didattica per progetti.

I Paesi coinvolti sono: Spagna, Bulgaria, Italia, Francia, Lituania e Portogallo

Nell'ambito delle indicazioni europee (Strategie "2020") è stato da tempo raggiunto un consenso sugli obiettivi dei sistemi di istruzione: i nostri studenti dovrebbero raggiungere, entro la fine della scuola dell'obbligo, le competenze fondamentali per affrontare in modo adeguato una società che cambia e costruirsi un avvenire  partecipativo e democratico; si tratta delle  “COMPETENZE CHIAVE”. L'approccio della didattica per  competenze è finalizzato a perseguire  un apprendimento più concreto, più attivo e più duraturo: si tratta di un elemento basilare delle riforme scolastiche degli ultimi anni per adeguare la scuola alle esigenze del nostro tempo.

Per ottimizzare l'apprendimento per competenze, è necessario implementare metodologie attive e contestualizzate che possano facilitare la partecipazione e il coinvolgimento degli allievi, l'acquisizione e l'uso della conoscenza in situazioni di vita reale, generando apprendimenti sostenibili e trasferibili; il tutto, all'interno di team docenti motivato e aggiornato.

Questa necessità educativa, unitamente alla necessità di un cambiamento a livello metodologico, è legata alla mancanza di motivazione e al basso rendimento scolastico, in alcuni ambiti, degli studenti, evidenziati dalle indagini valutative e dai bilanci condotti nei diversi livelli di istruzione.

Nel corso dei due anni di attività, il lavoro dei Paesi partner sarà focalizzato sul LAVORO PER PROGETTI, : saranno sviluppati quattro progetti di lavoro comuni a tutte le scuole partecipanti (due all’infanzia e due alla primaria) e quattro progetti liberamente scelti da ogni istituto (sempre due progetti per l’infanzia e due per la primaria). L’intenzione  è quella di condividere pratiche innovative e generare esperienze significative, attraverso un percorso basato, come indica il titolo originale del progetto sullo " SVILUPPO DELLE COMPETENZE ATTRAVERSO UN LAVORO BASATO SUI PROGETTI".

Il lavoro del progetto indurrà la graduale soppressione dei libri di testo e saranno gli insegnanti, in collaborazione con gli studenti, che determineranno i progetti futuri.